Logo Regione Autonoma della Sardegna
SISTEMA BIBLIOTECARIO DELLA SARDEGNA

Le biblioteche del Comune di Cagliari entrano nella fase 2

MEM - Mediateca del Mediterraneo (foto di Marcello Treglia) MEM - Mediateca del Mediterraneo (foto di Marcello Treglia)
20 maggio 2020 - Anche le biblioteche del Comune di Cagliari entrano nella fase 2 dell'emergenza COVID-19 e programmano la loro ripartenza.
Da mercoledì 20 Maggio saranno attivi i servizi di prestito presso la MEM, giovedì 21 riaprirà la biblioteca di Pirri e il Bibliobus, la biblioteca mobile della Città, sarà attivo da venerdì 22 maggio.

Si tratta di un'apertura parziale con un livello minimo di servizi che si protrarrà fino alla fine del mese per poi valutare l'apertura delle altre sedi, la biblioteca Tuveri in via Venezia, la biblioteca Montevecchio a Is Mirrionis, la biblioteca della Galleria Comunale d'Arte, con la possibilità per tutte le strutture di un ampliamento dei servizi offerti al pubblico.

Gli utenti potranno trovare i punti prestito aperti alla MEM il lunedì dalle 09: alle 13:00 e dal martedì al sabato dalle 09:00 alle 13.30 e dalle 14.00 alle 19:00 mentre la biblioteca territoriale di Pirri aprirà il servizio dal martedì al sabato dalle 09:00 alle 13.30 e dalle 14.00 alle 19:00.

Le soste del Bibliobus nelle diverse parti della Città prevedono il lunedì dalle 15:00 alle 19:00 in Piazza Giovanni XXIII; il martedì in Piazza Islanda dalle ore 15:00 alle ore 19:00; presso il Mercato di via Quirra giovedì dalle 09:00 alle 13:00; il venerdì alla Ex-Distilleria di Pirri dalle 15:00 alle 19:00 e il sabato in via Euro dalle 09:00 alle 13:00.

In questi orari gli utenti potranno restituire i documenti e prenderne altri in prestito accedendo ai locali della MEM e di Pirri e nelle soste del Bibliobus nel rispetto delle prescrizioni anticontagio che prevedono la mascherina, la sanificazione della mano anche se guantata, l'ingresso contingentato (max 2 persone alla Mem e max 1 a Pirri) e la durata minima della presenza nelle strutture.

In queste condizioni sarà importante per gli utenti usare l'applicazione gratuita Bibliosar per mobile dedicata alla consultazione del catalogo o farlo direttamente online accedendo al sito opac.sardegna.
Con questi strumenti è possibile scegliere comodamente, verificare la disponibilità e prenotare i documenti che si desidera avere in prestito e trovarli pronti ai desk di accoglienza.

Gli operatori sono a disposizione per un servizio in presenza di assistenza e, negli orari di apertura delle strutture, per informazioni e orientamento telefonico (MEM 0706773859; Pirri 0706773815; Bibliobus 3299019746) e per mail scrivendo a mem@comune.cagliari.it; bibliotecapirri@comune.cagliari.it; bibliobus@comune.cagliari.it.

Il servizio di prestito adotterà per il periodo di emergenza una nuova serie di regole che derivano anche dalla necessità di porre in decontaminazione per 10 giorni i documenti rientrati in modo da garantirne l'assoluta sanificazione. Ogni utente potrà prendere contemporaneamente un massimo di quattro documenti, di cui massimo due novità, di qualsiasi natura tranne riviste e quotidiani, e tenerli per un massimo di venti giorni senza possibilità di proroga. Sono a disposizione anche le risorse elettroniche scaricabili dal catalogo recentemente aggiornate da centinaia di nuovi titoli. Si ricorda che per tutti i prestiti in corso da Gennaio è stata automaticamente prorogata la scadenza al 30 Giugno.

Sarà aperto anche il servizio di consultazione presso l'Archivio Storico Comunale che funzionerà solo per appuntamento richiesto e confermato con mail a archivio.storico@comune.cagliari.it con la limitazione di accesso ad un solo utente per volta per massimo un'ora di permanenza nella zona studio dell'Archivio.

Tutte le informazioni, le notizie, i tutorial per l'uso degli strumenti di ricerca sono presenti sulla pagina Facebook Archivio Storico Biblioteche Cagliari ricca di contenuti per ragazzi ed adulti e permette all'Archivio Storico Comunale ed alla Biblioteche di Cagliari di stare vicino agli utenti e rinsaldare un rapporto di servizio e di partecipazione attiva.

#seguiteciviseguiremo