Logo Regione Autonoma della Sardegna
SISTEMA BIBLIOTECARIO DELLA SARDEGNA

Progetti di gestione di servizi bibliotecari e archivistici

Olbia, Biblioteca Civica Simpliciana: mediateca Olbia, Biblioteca Civica Simpliciana: mediateca
La Regione garantisce il funzionamento dei servizi bibliotecari e archivistici della Sardegna anche con un intervento finanziario in favore degli enti locali finalizzato alla gestione esternalizzata dei servizi di biblioteche, sistemi bibliotecari e archivi storici di ente locale.
Si tratta di servizi essenziali per la comunità di riferimento in quanto consentono il funzionamento di strutture capillarmente diffuse sul territorio, a volte unico punto di accesso all’informazione, dati in gestione a cooperative e società con operatori professionalmente qualificati.
Allo stato attuale, la Regione finanzia complessivamente 74 progetti, di cui 52 sono relativi a servizi bibliotecari, 20 sono progetti di riordino e gestione archivi e 2 di gestione integrata biblioteca/archivio.
I progetti fanno riferimento essenzialmente a due norme che trovano la loro origine nella legge regionale n. 28/1984: la legge regionale 4 giugno 1988, n. 11, articoli 92 e 93 (azioni 7/a1 e 7/a4 - Progetti speciali finalizzati all’occupazione) e l’art. 38 della L.R. 4/2000.
Le due normative, dopo un percorso frammentato, sono confluite nell’art. 23, comma 7 della L.R. 4/2006 che, tra l’altro, conferisce agli enti locali le funzioni e le risorse relative ai servizi culturali privi di rilevanza economica, in linea con il Decreto legislativo 42/2004 (Codice dei beni culturali e del paesaggio).
Le risorse in favore degli enti locali sono erogate dalla Regione ai sensi dell’art. 21, comma 2, lett. f) della L.R. 14/2006, modificato dall’art. 4, comma 9 della L.R. 1/2009 che consente il trasferimento diretto delle risorse agli enti locali beneficiari. Gli operatori impegnati nei progetti sono circa 300.
La L.R. 11 aprile 2016, n. 5 (legge di stabilità 2016) all’art. 9, comma 1, dispone che "Per gli interventi di cui all’articolo 29, comma 33, della L.R. n. 5 del 2015, le previsioni di bilancio per gli anni 2016 – 2018 sono destinate alla copertura del costo del lavoro nella misura massima del 90 per cento (missione 05 – programma 02)".
L'art.1, comma 16, della L.R. n. 32 del 5 dicembre 2016 dispone che i termini di cui all'articolo 29, comma 33 della legge regionale n. 5 del 2015 sono prorogati fino al 31 dicembre 2017 nella misura massima del 90% del costo del personale.

Nel 2013 è stato approvato il nuovo modello di rendicontazione dei contributi, integrato nel 2015 con la Tabella dati degli operatori.
Consulta la modulistica per la rendicontazione

Consulta l'elenco dei progetti [file. pdf]
Consulta il riepilogo normativo aggiornato al 31.12.2016 [file. pdf]

Normativa correlata
- Legge regionale 4 giugno 1988, n. 11
- Legge regionale 20 aprile 2000, n. 4
- Legge regionale 20 settembre 2006, n. 14