Ai primi di dicembre tre eventi online per Éntula

Tre appuntamenti in streaming per il festival Éntula il primo dicembre, il 2 e il 4 prossimi con Igiaba Scego, Roberto Contu e Paolo di Paolo.

Éntula 2020
Éntula 2020
Tre appuntamenti in streaming per il festival Éntula il primo dicembre, il 2 e il 4 prossimi con Igiaba Scego, Roberto Contu e Paolo di Paolo.

Quando
martedì 01/12/2020

mercoledì 02/12/2020

venerdì 04/12/2020

Continua a dicembre il festival Éntula con tre eventi online dedicati al romanzo storico di "una strana negra che disegnava volti" nella Roma di fine Ottocento; alle esperienze e riflessioni sulla scuola di un insegnante e agli anni '20 del Novecento e lo spirito di un periodo cruciale per la storia colto da artisti e scrittori.

Il Festival Éntula viaggia nel passato e nel presente che tanto possono insegnare per il futuro.
Un tris di appuntamenti da seguire online sulle pagine del festival Éntula e di Liberos e sul canale YouTube Lìberos Sardegna.

Gli appuntamentì

Martedì 1 dicembre dalle ore 18:00 Igiaba Scego racconta il suo romanzo La linea del colore (Bompiani, 2020) insieme a Adil Mauro. Tra romanzo storico e riflessione sul corpo delle donne e sulla migrazione, l'ultima opera della scrittrice romana di origini somale si dipana su due piani temporali, quello di Lafanu Brown a fine Ottocento e quello contemporaneo di Leila che riscopre la storia di Lafanu.

Mercoledì 2 dicembre Roberto Contu propone alle 18:30 Insegnanti (il più e il meglio) (Aguaplano, 2020) aneddoti e pensieri sulla scuola. L’insegnante, dagli istituti professionali ai licei, è sempre lì: al centro della sua classe, con i suoi dubbi e le sue certezze, le sue vittorie e i suoi fallimenti, con la paura, l’orgoglio e la meraviglia di una funzione e di una responsabilità enormi. L'autore dialogherà con Massimiliano Ferrone.

Venerdì 4 dicembre Paolo Di Paolo illustra alle 18:00 il suo ultimo lavoro Svegliarsi negli anni Venti (Mondadori, 2020) insieme a Giovanni Dozzini. Che cos'è un passaggio d'epoca? Come si riconosce? Chi lo decreta? Fra Monaco e Copenaghen, Vienna e Pechino, Paolo Di Paolo ci conduce in una sorta di corridoio spazio-temporale tra due secoli, in compagnia di scrittori e artisti che hanno colto lo spirito e le inquietudini del tempo, gli istanti in cui si intravede la nascita del futuro o gli ultimi bagliori di un mondo che tramonta.