Logo Regione Autonoma della Sardegna
SISTEMA BIBLIOTECARIO DELLA SARDEGNA

Celebrazione per la Giornata mondiale del rifugiato

La Comunità la Collina di Serdiana celebra la Giornata mondiale del rifugiato, appuntamento annuale voluto dall'Assemblea generale delle Nazioni unite, con la presentazione del libro "Ho rifiutato il paradiso per non uccidere" di Atai Walimohammad.

Quando - 21 giugno 2019 dalle ore 18:30
Dove - Comunità La Collina località S'otta a Serdiana

Apre la giornata l’introduzione di Ettore Cannavera, Responsabile dell’Associazione cooperazione e confronto (Ente Gestore del Progetto SPRAR/SIPROIMI - Accoglienza Metropolitana) e Lidia Gioi, delegata alle politiche sociali del Consiglio metropolitano della Città metropolitana di Cagliari.
L'autore Atai Walimohammad dialogherà con la giornalista Francesca Zoccheddu della sua emblematica vicenda.

La giornata è realizzata in collaborazione con l'Associazione culturale miele amaro e rientra tra gli appuntamenti del Festival street books 2019 che si svolge a Dolianova tra gennaio e ottobre 2019.

Per tutte le notizie, gli aggiornamenti e gli approfondimenti sul Festival street books consulta la pagina streetbooksdolianova

Il libro
Immaginate di trovarvi in Afghanistan circondati dai Talebani che vi vogliono morto. Riuscite ad immedesimarvi? È molto difficile… Atai Walimohammad però è riuscito ad attraversare lo schermo in senso opposto, e quello che noi vediamo come un film lo ha vissuto sulla propria pelle e su quella dei suoi affetti più cari. Atai a soli ventitré anni è scampato alla morte più volte perché si era messo contro i talebani e andava in giro per il villaggio a parlare alla gente.
Atai diceva loro che i bambini, se veramente volevano il paradiso, dovevano frequentare le scuole pubbliche e non quelle gestite dai talebani ("biglietterie per il paradiso") finalizzate al martirio.
Atai Walimohammad è stato un bimbo che non ha vissuto l’infanzia, ed i suoi giocattoli sono state le vere armi; un bimbo che ha avuto solo la guerra come scenario della propria fanciullezza e nonostante tutto ha cercato riscatto e una vita migliore e giusta.

La locandina [file. pdf]