Logo Regione Autonoma della Sardegna
SISTEMA BIBLIOTECARIO DELLA SARDEGNA

Appuntamenti di Éntula a Ottobre 2018

Quello appena cominciato sarà un mese ricchissimo di appuntamenti per Éntula 2018, il festival letterario diffuso organizzato dall'associazione Lìiberos.
Dal 4 ottobre i tour di nove scrittori - Michela Murgia, Edoardo Albinati, Paolo Di Paolo, Marcello Fois, Cristina Caboni, Carla Fiorentino, Max Lobe, Carlo Marconi e Giancarlo Biffi - si incroceranno per dare vita a un calendario quasi quotidiano di presentazioni che toccherà la Sardegna da Sud a Nord. Nel cartellone del festival, alcune anteprime assolute e attesi ritorni.

Per maggiori dettagli qui si può consultare il programma di ottobre di Éntula 2018

Si parte giovedì 4 ottobre con Paolo Di Paolo che sveste i consueti panni di scrittore per indossare quelli di lettore appassionato. Ad Assemini, in piazza San Giovanni alle 20.30, presenta il suo ultimo libro Vite che sono la tua (Laterza) in cui ci consegna un percorso di lettura all'interno di una biblioteca ideale, fatta di oltre cento romanzi, nella convinzione che i libri non rendano migliori, ma offrano molte possibilità, tra le altre non essere solo se stessi e non vivere solo il proprio tempo e la propria storia.

Tre le presentazioni dedicate al Premio Strega 2016 Edoardo Albinati, che sarà in Sardegna da venerdì 5 ottobre. Prima tappa a Neoneli per un incontro organizzato in collaborazione con il festival Licanias, poi Oristano e Macomer. Dopo il successo dello splendido affresco de “La scuola cattolica” lo scrittore porta in tour il suo ultimo Un adulterio (Rizzoli) un racconto vibrante, sensuale e crudelmente sincero, che indaga la passione assoluta, vissuta sotto forma di tradimento da due persone sentimentalmente appagate, e Otto giorni in Niger (Baldini&Castoldi), scritto a quattro mani con Francesca D’Aloja.

C'è poi l'attesissimo ritorno di Michela Murgia, che arriva nell'isola con il suo ultimo L’inferno è una buona memoria (Marsilio). Non romanzo, non saggio, forse mémoire, storia di formazione dove un libro fa da bussola alla crescita di un autore, quasi la orienta, la accelera. Un testo in cui Murgia racconta come e perché è diventata femminista, come e perché ha cominciato a temere le gerarchie religiose, come e perché non ha mai smesso di giocare di ruolo nel mondo magico di Lot, come e perché certi libri che ci hanno fatto crescere, in effetti, li abbiamo mangiati più che letti, e soprattutto come e perché creare ogni giorno il mondo che ci circonda è un gesto politico. L’occasione è propizia per raccontare anche l’esperienza dell’audiolibro Canne al vento (Emons), in cui Murgia legge il capolavoro di Grazia Deledda. Otto gli incontri in programma da lunedì 8 ottobre: si comincia da Olbia, tappe a Valledoria, Sassari, Macomer, Oristano, Baressa, Serrenti per poi concludere a Cagliari sabato 13 ottobre.

È un esordio letterario già acclamato quello di Carla Fiorentino che, reduce da PordenoneLegge, arriva a Cagliari per presentare Che cosa fanno i cucù nelle mezz’ore (Fandango), in cui racconta un gruppo di Peter Pan terrorizzati dalle responsabilità, arenati sui divani in attesa della grande occasione per sfuggire da se stessi. Appuntamento il 12 ottobre.

Cristina Caboni, scrittrice di San Sperate amata e tradotta in tutto il mondo, torna in libreria giovedì 18 ottobre con il suo nuovo romanzo La stanza della tessitrice (Garzanti) e lo stesso giorno a Cagliari proprio nell'ambito di Éntula lo racconta per la prima volta ai lettori. Dopo le gemelle Donati e il loro giardino, e Sofia Bauer e Clarice Von Harmel che rilegavano i libri, protagoniste Caterina Frau e Camilla Sampietro. Bellagio, Parigi, Milano e Como sono le città dove si svolge la storia. Tutto nasce da un piccolo paese della Sardegna, in cui una misteriosa donna venuta da mare, ha trasmesso a una bambina, Caterina, un'antica sapienza. Camilla invece è una giovane stilista moderna e dinamica, di grande sensibilità e ingegno. Gli abiti che disegna e cuce sono speciali, possiedono qualcosa di unico.

Prendono spunto dal libro di poesie L’infinto non finire (Einaudi) gli incontri con i lettori di Marcello Fois in programma da domenica 14 a mercoledì 17 ottobre a Turri, Mogorella, Fordongianus. Al suo secondo libro in versi racconta la sopravvivenza e la sparizione di modelli di vita legati alle origini dell'uomo. I suoi sono poemetti antropologici che ripercorrono l'intero ciclo della civilizzazione umana attraverso i passaggi generazionali e i salti sociali che si sono verificati in età moderna. A Carbonia, Oristano e Cagliari invece incontra gli studenti per presentare Renzo, Lucia e io (Add) un percorso nei sotterranei dei Promessi Sposi in cui Fois è la guida che conduce il lettore a scoprire un sorprendente sistema di vasi comunicanti, tra letteratura, pittura, scultura, musica, e cinema.

Max Lobe, il giovane scrittore camerunense emigrato e cresciuto in Svizzera, caso letterario in Francia ha appena vinto il Premio Salerno Letteratura 2018, un riconoscimento che seleziona le migliori tre voci under 40 della nuova narrativa europea. Arriva in Sardegna con il suo ultimo La Trinità Bantù, uscito con la casa editrice 66th and 2nd, un’immersione insieme drammatica e umoristica nella vita di un africano ginevrino d’adozione, attraverso precarietà, discriminazioni e solidarietà. Tre presentazioni in programma. Si comincia domenica 21 ottobre a Villa Sant'Antonio alle 18.00 all'Ex Monte Granatico. Il giorno seguente, lunedì 22 ottobre sarà a Cagliari al Teatro di Sant'Eulalia alle 18.30 e dialoga con l'autore Michele Pipia. L'ultimo incontro con i lettori martedì 23 ottobre è a Villanovaforru alle 18.00 in Biblioteca.

Dedicato al tema delle migrazioni anche l’appuntamento con Carlo Marconi sabato 27 ottobre a Fordongianus. Presenta Di qua e di là dal mare. Filastrocche migranti (EGA-Edizioni Gruppo Abele). Dalla A di Addio alla Z di Zattera, 21 filastrocche in rima accompagnate da toccanti illustrazioni raccontano ai lettori di tutte le età le migrazioni di oggi. Ci sono le persone, quelle costrette a fuggire dalla miseria e dalla guerra, ma anche quelle «di là dal mare»: chi attende di ricongiungersi ai propri cari, chi accoglie, chi respinge... A Pau invece, venerdì 26, presenta Lo Stato siamo Noi (Emme Edizioni, ottobre 2012), un viaggio alle radici della nostra democrazia per i piccoli lettori.

Ed è sempre pensato per i più piccoli l’appuntamento con lo scrittore, attore e regista Giancarlo Biffi che sabato 27 presenta ad Assolo Rosmarino, ma tu mi vuoi? (Segnavia), nel quale il piccolo gufo dovrà affrontare una nuova prova in famiglia: l'adozione di un fratellino un po' diverso…

Contatti
Associazione Liberos
segreteria@liberos.it