Logo Regione Autonoma della Sardegna
SISTEMA BIBLIOTECARIO DELLA SARDEGNA

Parole di Grazia, Parole su Grazia

Quarto e ultimo appuntamento con Parole di Grazia, parole su Grazia: Marcello Fois presenta il suo Quasi Grazia.

Quando - Giovedì 13 luglio 2017 ore 19:30
Dove - Museo del Costume, via Mereu 56 - Nuoro

Saluti del presidente dell’ISRE, Arch. Giuseppe Matteo Pirisi

Dialoga con l’autore la professoressa Angela Guiso.

Gli attori di Sardegna Teatro, Lia Careddu e Valentino Mannias, leggeranno alcuni brani tratti dall’opera.

L’autore: Marcello Fois, scrittore, vive a Bologna da molti anni. Laureato in Italianistica, è un autore prolifico, non solo in ambito letterario, ma anche nel campo teatrale, radiofonico e della fiction televisiva. Esordisce nel 1992 con il romanzo Picta, vincitore del Premio Italo Calvino, e Ferro recente. A questi sono seguiti numerosi altri libri (e altri premi). Nel 2009 con Stirpe (Einaudi), avvia la trilogia sulla famiglia nuorese dei Chironi, che si conclude, passando per Nel tempo di mezzo (Einaudi 2012, finalista al Premio Strega e al Premio Campiello), con Luce perfetta (Einaudi 2015. Con Giulio Angioni e Giorgio Todde è fra i fondatori del festival letterario "L'isola delle storie" di Gavoi.

Il libro: Deledda: tre momenti della sua vita lontani decenni l'uno dall' altro: il giorno in cui Grazia lascia la Sardegna e tutto quello che rappresenta, il giorno in cui vince il premio piú prestigioso al mondo e il giorno in cui un dottore la guarda negli occhi per trovare parole che non facciano troppo male. In mezzo, la vita tutta. Ed è seguendo con calore quella vita che questo libro non smette mai d'interrogarsi (e d'interrogarci) sulla scrittura, l'amore coniugale, il ruolo della donna e il senso del fare artistico. Nuoro, 1900. Grazia non ha neppure trent'anni quando decide di trasferirsi a Roma con il marito. La città eterna sembra chiamarla, o forse sfidarla: contro il parere della famiglia, la giovane Deledda si getta a capofitto nel mondo. Stoccolma, 1927. È il pomeriggio che precede la consegna del Premio Nobel: in una camera del Grand Hôtel, marito e moglie si confrontano con tenerezza, entrambi stupefatti, su come sia possibile che la vita li abbia condotti alle soglie di quel giorno glorioso. Roma, 1935. In uno studio radiologico, un medico cerca di trovare le parole esatte per comunicare a una donna (che proprio delle parole ha fatto la sua forza) la ferocia del male che di lí a un anno la porterà via. Marcello Fois illumina tre momenti decisivi della vita dell'autrice di Canne al vento, consegnandoci una storia di vocazione imbattibile, di tenacia assoluta, di fede cieca nel potere della scrittura. Un omaggio appassionato a un'autrice troppo a lungo sottovalutata, che letta oggi rivela tutta la sua dirompente contemporaneità.

Angela Guiso, vive e lavora a Nuoro. Ha collaborato con il Dipartimento di Filologie e Letterature Moderne dell'Università di Cagliari, dove si è laureata. Il suo interesse è la critica letteraria. Frequente la partecipazione a convegni di italianistica, internazionali e nazionali. E’ saggista - autrice di diversi scritti critici - e giornalista. Ha avuto la Targa speciale della Giuria al Premio Nazionale di Letteratura e Giornalismo "Alghero Donna" nel 2006. Dal 2013 è membro del Consiglio Direttivo della Fondazione "Salvatore Cambosu" per conto della Regione Sardegna. Nel tempo ha ricoperto vari incarichi culturali, fra cui quello di Consulente Letteraria dell'Assessorato alla Cultura e Pubblica Istruzione del Comune di Cagliari nel biennio 2014-2015. E’ membro dell'AATI: American Association of Teachers of Italian. Presiede la Giuria del Premio Letterario Nazionale "Salvatore Cambosu"

Lia Careddu è un'attrice da anni impegnata in un lavoro di ricerca dei diversi linguaggi teatrali, opera nel territorio regionale della Sardegna, nazionale e internazionale da trent’anni, portando in scena opere di repertorio di autori classici e contemporanei, attraverso diverse esperienze di teatro, cinema, televisione e radiofoniche. Impegnata anche sul piano didattico, in diversi interventi interdisciplinari rivolti alla formazione dei giovani.

Valentino Mannias è un attore di 26 anni, diplomato nel 2013 presso la Scuola d’Arte Drammatica "Paolo Grassi" di Milano. Sempre nel 2013 lavora come attore co-protagonista su LA 7 nella trasmissione "Crozza nel Paese delle Meraviglie” e su Sky Arte nella Docu- Fiction "Attori o Corsari" per la regia di Giampiero Solari.
Nell’aprile 2014 mette in scena con breve tournée a Milano lo spettacolo “ESODO" (di cui è autore interprete e regista) A giugno 2015 riceve il premio Hystrio come miglior attore alla vocazione.