I documenti della "Costituzione della Regia Università Sabauda" a Cagliari

Sulla pagina Facebook della Biblioteca Universitaria di Cagliari i documenti pubblicati a Torino presso la Reale Stamperia nel 1764.

Biblioteca Universitaria di Cagliari
Biblioteca Universitaria di Cagliari

5 giugno 2020 - La Biblioteca Universitaria di Cagliari propone sulla sua pagina Facebook i documenti che sanciscono la nascita ufficiale della nuova Università sabauda a Cagliari.
Sono le Costituzioni di Sua Maestà per la Regia Università degli studi di Cagliari, pubblicate a Torino presso la Reale Stamperia nel 1764.
Tale rifondazione (in precedenza Cagliari ebbe un’Università istituita in epoca spagnola, di cui ricorrono quest’anno i quattrocento anni), si colloca all’interno di un più vasto processo di riforme, di cui fu propulsore Giovanni Battista Lorenzo Bogino, ministro per gli Affari generali per la Sardegna dal 1759 al 1773, sotto Carlo Emanuele III.

Le Costituzioni regolano ogni aspetto dell’attività e del funzionamento della nascitura Università, impostata sulla falsariga di quella torinese e stabiliscono anche l’istituzione della Biblioteca, ad essa annessa, alla quale è dedicato il titolo XXVII.

In particolare colpisce quanto enunciato nel III paragrafo: “Sarà permesso ad ognuno tanto dell’Università, che estraneo, di recarsi alla Biblioteca, e leggere libri propri di essa, purché non vengano esportati, e si usino con la dovuta diligenza.” Il concetto espresso è di fondamentale importanza, soprattutto considerato che siamo nel 1764: la Biblioteca è un luogo della cultura pubblico ed aperto al pubblico, anche estraneo all’Università. Purché si rispetti il patrimonio, esso è a disposizione dell’utenza, tanto quella degli studiosi e studenti, quanto di chi non faccia parte di queste categorie.

Ancora oggi capita che qualche nuovo utente, timidamente, chieda se la Biblioteca sia riservata soltanto agli Universitari, perché la denominazione, quella storica che continua a permanere, di fatto trae in inganno. Università e Biblioteca, dopo aver vissuto un lunghissimo periodo comune anche dal punto di vista amministrativo (entrambe le istituzioni dipendevano dal Ministero della Pubblica istruzione, ?all'interno del quale fu istituita nel 1926 una Direzione generale delle Accademie e delle Biblioteche), si separarono quando, con la costituzione del Ministero per i beni culturali e ambientali, avvenuta con d.l. 14 dicembre 1974, n. 657, convertito in l.29 gennaio 1975, n. 5, la Direzione generale delle Accademie e Biblioteche e diffusione della cultura confluì nel nuovo ministero, il cui ordinamento fu approvato con d.p.r. 3 dicembre 1975, n. 805: in base ad esso la Direzione generale diventava Ufficio centrale per i beni librari e gli istituti culturali.

Nel corso degli anni il Ministero, e i relativi uffici centrali, hanno cambiato più volte denominazione: attualmente la Biblioteca universitaria è ufficio periferico del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo, dipendente dalla Direzione generale biblioteche e diritto d’autore.
Con l’Università il legame continua a essere stretto e collaborativo: una delle prime finalità della Biblioteca, che, lo ricordiamo è aperta a tutti indistintamente, è quello di essere di supporto nelle attività di studio di docenti, studiosi e studenti. Speriamo di poter nuovamente, e presto, offrire più servizi in sede, che al momento sono ancora limitati al prestito locale e interbibliotecario su prenotazione.
(msv/ap)

Si possono consultare le immagini documentali sulla pagina Facebook dedicata della Biblioteca Universitaria di Cagliari.

#ioleggoacasa #mibact #laculturanonsiferma #ilibricifannocompagnia #paesaggioitaliano #estateitaliana

Per qualsiasi informazione il mercoledì e il sabato (9.00 - 13.00) telefonare al:
- Servizio reference: 07066102227

Contatti
Biblioteca Universitaria di Cagliari, Via Università, 32 Cagliari
Tel. 070 661021
Email: bu-ca@beniculturali.it